Scelta Pensione Integrativa

Fondi Aperti, Chiusi e Piani Pensionistici Individuali

Gli strumenti a disposizione di tutti, lavoratori dipendenti e liberi professionisti, per crearsi una pensione complementare che contribuisca a rendere serena la vecchiaia sono diversi.

Fondi negoziali aperti, fondi chiusi e Piani Pensionistici Individuali sono strumenti offerti da banche, assicurazioni e società di intermediazione mobiliare per accantonare una parte del proprio denaro da destinare al momento della vita in cui non si potrà più contare su un reddito mensile da lavoro.

Prima, però, di sottoscrivere contratti che vincolano per diversi anni è utile informarsi e mettere a confronto fra loro molte forme di previdenza complementare, alle quali è possibile aderire sia versando il contributo previsto dal contratto sia il TFR, qualora si sia lavoratori dipendenti.

Una valutazione comparata dei diversi strumenti volti a costruire pensioni complementari deve tenere conto, oltre che delle condizioni contrattuali e del rendimento previsto, anche delle peculiarità di ogni persona, non esistendo una soluzione migliore in assoluto quanto piuttosto una più o meno adatta alla singola situazione.

Per giungere ad una scelta saggia che si conformi alle proprie esigenze è, quindi, necessario analizzare la propria situazione individuale, la capacità di risparmio e gli obiettivi di medio e lungo periodo, aspetti che rappresentano gli elementi basilari da cui partire per scegliere la pensione integrativa da sottoscrivere. 

Un altro elemento utile per valutare l'eventuale convenienza nel preferire i fondi pensioni o i piani pensionistici individuali a forme d'investimento alternative è rappresentato dagli aspetti fiscali, ai quali dedicheremo l'approfondimento successivo.